cosa ti interessa: collaborazione empatia howto

Elenco tag: howto

Radical collaboration: un manuale per fare design collaborativo

10 ottobre 2018

Ecco qua, dopo qualche anno, molte belle esperienze e parecchie riflessioni nasce Radical Collaboration un libro sulle persone e per le persone. Un libro per chi progetta prodotti, servizi e sistemi che, indipendentemente dall’oggetto, sono in grado di cambiare la vita delle persone.

Brainstorm. Canvas 13 CCEK

28 aprile 2018

L’ultimo canvas CCEK è quello che ci proietta verso la progettazione esecutiva. Dopo aver esplorato in maniera collaborativa tutti gli aspetti della relazione tra brand e cliente o tra organizzazione e utente è giunto il momento di elaborare, numerose, sfidanti, esagerate, soluzioni progettuali.  

Journey map. Canvas 12 CCEK

27 aprile 2018

Il canvas Journey map aiuta elaborare il percorso che le personas mettono in atto per soddisfare un bisogno o risolvere un problema attraverso i punti di contatto (touchpoint) che l’organizzazione offre ai suoi clienti/utenti.

Scenari. Canvas 11 CCEK

27 aprile 2018

Il canvas scenari aiuta elaborare le storie che i profili dei clienti/utenti tipo (personas) vivono rispetto al servizio o al prodotto. Gli scenari sono l’insieme delle azioni che le personas mettono in atto rispetto all’oggetto di progettazione.  

Personas. Canvas 10 CCEK

27 aprile 2018

Il canvas personas permette di costruire in maniera dettagliata e definitiva i profili dei clienti/utenti attraverso i quali progettare. Alla base c’è la ricerca sulle persone e gli obiettivi stabiliti insieme al committente. Le personas non sono mai il prodotto di ipotesi, supposizioni o tesi, sono la sintesi di dati reali.

Proto-personas. Canvas 9 CCEK

26 aprile 2018

Dopo la ricerca sulle persone continua l’azione di sintesi attraverso una bozza dei profili definitivi dei clienti. Con le proto-personas si definiscono le caratteristiche dei profili target in maniera più reale e concreta in quanto prodotte dai dati raccolti.

Insight. Canvas n. 8 CCEK

23 aprile 2018

Il canvas 8 del Canvas Collaboration Emergency Kit, CCEK, Insight,  supporta il team nella sintesi delle singole interviste e permette il confronto e una clusterizzazione dei dati rilevati facilitando la costruzione delle proto-personas.

Le domande delle interviste. Canvas n. 6 CCEK

19 aprile 2018

Con questo canvas il team entra in maniera operativa nella ricerca sui clienti. Le domande della ricerca è il 6. canvas collaborativo CCEK (Collaborative Canvas Emergency Kit) attraverso il quale designer, tema e committenti possono stabilire insieme cosa sapere dalle persone che acquistano il prodotto o usufruiscono del servizio.

Immersione. Canvas n. 5 CCEK

19 aprile 2018

Questo canvas ci permette di definire cosa sappiamo e cosa vorremmo sapere riguardo i clienti finali. Questi sono gli obiettivi della ricerca, differenti da quelli di progetto :),  che ci permetteranno di stabilire la strategia di ricerca e di elaborare le guide per attuarla.  

Analizzare il singolo dato. Canvas n. 7 CCEK

19 aprile 2018

L’analisi dei dati raccolti nella fase di ricerca è lo step più complesso del processo. La prima fase è quella dell’analisi del dato singolo, nel nostro caso della specifica intervista. Anche questo momento può essere realizzato attraverso un workshop partecipativo composto dal team di progetto o un gruppo più ampio.  

Individuare il target. Canvas n. 4 CCEK

19 aprile 2018

Il Canvas n. 4 della Collaborative Canvas Emergency Kit (CCEK) supporta la definizione del target sul quale il team si concentrerà nei passaggi successivi.

Noi e il mercato. Canvas n. 3 CCEK

17 aprile 2018

Il canvas “Noi e il mercato” è il terzo dei 13 canvas  CCEK (Collaborative Canvas Emergency Kit) che hanno l’obiettivo di facilitare il processo di design partecipativo.  

Obiettivi di progetto. Canvas n. 2 CCEK

16 aprile 2018

Obiettivi di progetto è il secondo canvas della serie Collaboration Canvas Emergency Kit progettati insieme alla UX University. Dopo aver raccolto tutte le informazioni a disposizione e averle valutate in maniera collaborativa è tempo di stabilire gli obiettivi di progetto.

Chi siamo. Canvas n. 1 CCEK

12 aprile 2018

Ecco il primo canvas di una serie di 13 canvas denominato CCEK (Collaborative Canvas Emergency Kit) che hanno l’obiettivo di facilitare il processo di design partecipativo. I canvas saranno a breve racconti in una pubblicazione gratuita a cura della UX University graficamente curati grazie alla mano gentile di Maria Bertolini di Usertestlab.

Collaboration Canvas Emergency Kit – CCEK

28 marzo 2018

Con oggi parte un nuovo progetto, il CCEK, che ci accompagnerà attraverso vari post. è un progetto che sarà a puntate sul mio blog, ma che potrà poi essere scaricato e fruito in forma definitiva sul sito della UX University, grazie al supporto delle fantastiche persone che interpretano e vestono le mie idee, spesso pasticciate.

Pianificare i workshop di customer journey mapping

6 marzo 2017

Le customer e user journey map sono uno strumento sempre più diffuso e richiesto da parte delle aziende che vogliono capire come si comportano i propri clienti.
 Meno chiaro è come le journey map prendono forma. Qui vediamo come pianificare un workshop per realizzarle in team, cosa serve e a cosa restare attenzione.

Quanto sono estremi i vostri utenti?

20 gennaio 2017

L’utente medio è l’oscuro oggetto del desiderio delle aziende, eppure oggi è convinzione assodata che l’utente medio non esista. Esistono specifici gruppi di utenti per i quali progettare e innovare e poi gli utenti estremi…

Very Important Personas (VIP): serie TV e UX personas

12 agosto 2016

Quando il tempo è poco e le soluzioni scarseggiano il team di progettazione deve trovare strade alternative magari sfruttando ciò che già esiste. No, tranquilli, non sto parlando di plagio o di furto di idee, ma mi riferisco al lavoro di analisi trasversale a cui sono sollecitati i designer quando le risorse scarseggiano.

L’ingrediente segreto delle personas

4 luglio 2016

Chi si aspetta la secret sauce delle personas rimarrà deluso, perché non esiste. Esiste il giusto mix, dosato bene, “shaked not stirred” direbbe James Bond. E poi quella capacità di vederle venire fuori e prendere vita dai risultati della ricerca. Non ci credete? Leggete e sappiatemi dire🙂  

Le personas. Meglio brutte, sporche e subito che niente

10 aprile 2016

Spesso la parola d’ordine dei clienti agli UX designer è “Non c’è tempo e budget per la ricerca sugli utenti”, allora che fare, rinunciare anche alle personas? No, se riusciamo a giocarcela bene attraverso le proto personas possiamo portare a casa molto di più.

Accetto la privacy policy